Casa e giardinoQuanti anni resiste un blocco?

Quanti anni resiste un blocco?

-

Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica, la maggior parte dei blocchi sono stati costruiti nel 2011, registrando così un numero di oltre 62.000 abitazioni, 15 volte di più rispetto al 2010 e 18 volte di più rispetto al 2012. I nuovi blocchi sono comparsi di notte e nei successivi tre anni, così che nel 2015 raggiungemmo 8.000 nuove abitazioni.

Secondo Eurocod SR EN 1990-2004, le Basi della progettazione, la durata di vita per un edificio comune, quelli di classe di importanza III e alcuni di II, è di 50 anni. Secondo lo stesso Eurocod, l’appendice nazionale, la durata di vita è tra 50 e 100 anni e viene stabilita alla progettazione. Secondo il catalogo con la classificazione delle attrezzature fisse e la durata della loro operatività, gli edifici abitativi sono ammortizzati tra 40 e 60 anni. Per altri edifici industriali, la durata è inferiore.

Quanti anni resiste un blocco – Cosa viene preso in considerazione

Quanti anni resiste un blocco - Cosa viene preso in considerazione

Secondo una statistica del 2010, delle circa 800.000 abitazioni a Bucarest, circa 700.000 sono appartamenti costruiti durante il regime comunista, la maggior parte dei quali sono disposti in circa 9.000 blocchi, secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Statistica.

Di questi, oltre 300.000 sono stati messi in uso dopo il terremoto del marzo 1977, la maggior parte dei quali sono concentrati vicino alle grandi boulevard che facevano la connessione tra i quartieri e il centro della città. La differenza tra i tipi di costruzione tra i due periodi non consiste tanto nel modo di realizzazione, quanto nel fatto che dopo il terremoto è stata presa in considerazione la possibilità di terremoti più forti. Tuttavia, nemmeno durante il terremoto del 1977, il più forte degli ultimi 50 anni, sono stati i blocchi terminati dal regime comunista a crollare, causando quasi 1.500 vittime solo a Bucarest.

Quanti anni resiste un blocco – Blocco vecchio versus blocco nuovo

Quanti anni resiste un blocco - Blocco vecchio versus blocco nuovo

Gli edifici costruiti prima del 1989 presentano il grande vantaggio di avere anche l’infrastruttura necessaria per il trasporto. A questi possiamo aggiungere il fatto che ci sono generalmente spazi generosi tra di loro, dato dal fatto che allora la proprietà privata non esisteva e lo Stato disponeva a propria volontà e desiderio di organizzazione. Le zone in cui questi sono costruiti sono sfuggite alla polvere dei cantieri in sviluppo, al rumore degli attrezzi, alla sporcizia dei cantieri.

La durata di vita degli edifici abitativi realizzati prima del 1989 è di 50 anni, ma questo termine è valido se si garantisce una costante manutenzione dell’edificio. Anche in queste condizioni, il termine di 50 anni, se non superato, sicuramente verrà superato presto.

real estate agent holding keys to new flat. real estate, buy a home concept

Questo significa che non appena avrai finito il credito, o durante il suo pagamento, la durata di vita scadrà. Ciò non significa automaticamente che l’immobile non potrà più essere abitato, ma sicuramente saranno necessarie interventi periodici per migliorare e i costi di manutenzione aumenteranno considerevolmente. Secondo gli esperti del settore, al momento si costruisce molto meglio che nel 1989. La maggior parte degli edifici progettati per i terremoti in quel periodo aveva un coefficiente sismico intorno al 5%, mentre oggi si trova a un livello medio del 12%. Ciò significa che il livello di assicurazione progettato è più che raddoppiato.

Un altro grande vantaggio degli edifici nuovi è che i materiali da costruzione sono molto migliori e le percentuali di armatura sono molto più alte. Oggi si utilizzano solitamente calcestruzzi con una resistenza almeno tripla rispetto a quel periodo, il che ha un impatto positivo anche sulla durabilità. In generale, nei blocchi abitativi al momento si accorda anche una particolare importanza da parte degli ispettori I.S.C..

Esiste un sistema di qualità che, anche se non funziona perfettamente, ha imposto regole che portano a costruzioni di qualità. Sempre secondo gli esperti, la qualità strutturale delle nuove abitazioni è significativamente migliore rispetto a quelle vecchie. Il grado di progettazione, le condizioni minime normate, i nuovi materiali utilizzati, offrono una maggiore sicura. In paesi come gli Stati Uniti, la demolizione e la ricostruzione sono una cosa costante. Le consolidazioni aiutano, ma non possono sempre garantire condizioni simili agli edifici nuovi.

Un vantaggio degli appartamenti nuovi è che sono stati costruiti con materiali di ultima generazione, soprattutto in termini di isolamento. Se un vecchio blocco realizzato con prefabbricati è stato isolato, nel migliore dei casi, con polistirolo espanso di 10 cm, i nuovi blocchi di fascia superiore hanno isolamento in lana di basalto. La differenza consiste nel fatto che la lana di basalto non brucia e in caso di incendio non diffonderà il fuoco alle altre abitazioni. Inoltre, le nuove abitazioni residenziali vengono con nuovi sistemi di sicurezza e un nuovo ascensore, non uno modernizzato.

Tra i vantaggi indiscutibili degli edifici vecchi sono i posti auto. Questi sono offerti dalla municipale a solo 65 lei all’anno, ma legalmente, il proprietario ha il diritto di parcheggiarlo dalla sera alla mattina e non può bloccarlo con nulla. Naturalmente, se la sera è occupato, può chiamare la polizia locale e chi ha parcheggiato verrà multato.

europe modern complex of residential buildings. and outdoor facilities.

D’altra parte, un posto auto in un complesso residenziale, se non offerto gratuitamente, può costare da 2.500 a 7.500 euro per un posto a superficie o anche 10.000-15.000 euro se è situato in sotterraneo. Il vantaggio è che il posto auto può essere bloccato con apparecchiature speciali. Infine, i vicini contano. Mentre nei nuovi edifici la maggior parte dei residenti sono giovani, in quelli vecchi molti sono tra i primi proprietari trasferiti lì.

Secondo le statistiche, nel 2018 i costruttori immobiliari hanno aumentato gli investimenti del 70% rispetto all’anno precedente. Dal 2014, ogni anno sono stati messi in uso circa 50.000 nuovi appartamenti. Nelle prime 9 mesi del 2018 le vendite non hanno superato i 40.000. Ci sono ancora oltre 10.000 nuovi appartamenti non venduti, secondo le valutazioni degli esperti immobiliari.

Ultime notizie

Trading-floor.ai: La Piattaforma AI di Eccellenza per il Trading di Criptovalute nel 2024

Saluti, stimati investitori. Siete pronti ad arricchire le vostre strategie di trading di criptovalute? Preparatevi, poiché sono pronto a...

La Dieta svedese: Cosa contiene il menu e quanto puoi perdere peso con questa dieta

In un mondo in cui esistono una moltitudine di diete e regimi dimagranti, la dieta svedese si distingue per...

Dieta Cambridge: Come funziona e cosa devi sapere

La Dieta Cambridge è un metodo popolare di perdita di peso che implica il consumo controllato di prodotti alimentari...

Cipolla caramellata – come farla e in quali ricette può essere utilizzata

La cipolla caramellata è una preparazione culinaria ottenuta cuocendo lentamente la cipolla in olio o burro fino a renderla...

Le 10 ricette più semplici e salutari con petto di pollo

Il consumo di carne di pollo può portare una serie di benefici per la salute, grazie al suo profilo...

Noci di Anacardio – benefici, modalità di utilizzo e controindicazioni. Come introdurre le noci di anacardio nella dieta

Le noci di anacardio, scientificamente chiamate Anacardium occidentale, non sono solo uno snack delizioso e nutriente, ma anche una...

Devi leggere

Trading-floor.ai: La Piattaforma AI di Eccellenza per il Trading di Criptovalute nel 2024

Saluti, stimati investitori. Siete pronti ad arricchire le vostre...

Potrebbe piacerti ancheIMPARENTATO
Consigliato a te